Lunedì 29 luglio ore 19.00. L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO

Lunedì 29 luglio ore 19,00 | Mediateca Santa Sofia

L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO (ita 2006)
Agostino Ferrente
Genere: Documentario, Musicale
Italia, 2006, 93 min

In collaborazione con facebook.com/mediateca.santasofia/">Mediateca Santasofia
Introduce il gruppo “This must be the place”.

Napoli, This must be the place, un’esperienza di conoscenza reciproca e attivismo di un gruppo di giovani con differenti background (universitari, titolari di protezione internazionale, giovani laureati, richiedenti asilo) iniziata nel giugno 2018.
Ci incontriamo da un anno per condividere bisogni individuali, esplorare la città, problematizzare e approfondire il ruolo di processi e attori sociali. Soprattutto abbiamo creato uno spazio di immaginazione e attivazione reciproca per realizzare interventi concreti strumentali al raggiungimento di una piena partecipazione alla vita sociale e politica della città. L’accesso allo studio e alla conoscenza, l’abitare e le relazioni sociali tra pari in una visione d’insieme che valorizza il carattere interculturale della nostra comunità, sono i temi delle attività che partiranno a settembre negli spazi al primo piano della Mediateca Santa Sofia.

La proiezione finirà a tarallucci e vino, offerti da This must be the place!
______________________________________________________

Roma, Piazza Vittorio, è il centro del quartiere più popolato da immigrati extracomunitari, un insieme eterogeneo di colori, di stili di vita, di tradizioni culturali e di religioni che si intrecciano. Il film è un diario della genesi della omonima orchestra, fatta di musicisti di molte e differenti origini. Nata per iniziativa di Mario Tronco, il tastierista degli Avion Travel, e di Agostino Ferrente, regista e produttore, è oggi una realtà autosufficiente conosciuta in tutto il mondo. Cinque anni di documentazione, trenta musicisti, quindici nazionalità, cinque operatori, quattro montatori, tre fonici, un quartiere, un cinema da salvare, una associazione culturale, un direttore d’orchestra e un regista - per uno straordinario ritratto multietnico di storie, umanità e tanta musica. “L’ incontro con ognuno dei nostri musicisti è stato l’incontro con un personaggio che da solo, con la sua storia, sarebbe potuto diventare il protagonista del film. Ma se li conto tutti scopro che strada facendo ne abbiamo incrociati più di una trentina, forse troppi per un “solo” film...ma tanti quanti gli strumenti che via via hanno composto l’orchestra. E alla fine questo vuole essere il film: un’orchestrazione di tante singole storie che si sono incrociate, grazie alla musica.” (Agostino Ferrente)

Trailer: youtube.com/…">youtube.com/…

***Ingresso libero e fino ad esaurimento posti***


News pubblicata venerdì 26 luglio 2019