#visionisvergognate

Mini-rassegna cinematografica dedicata a storie esemplari di riscatto, e prima ancora di resistenza, nei confronti di una realtà politica, sociale, culturale che non manca di fare sentire la sua ingerenza sui processi di affermazione della propria identità.

 

 

Mercoledì 23 novembre, ore 18.00

 

What a woman doesn't say (Quello che una donna non dice)

Italia, 2012, 23'

Documentario artistico contro la violenza di genere realizzato da Domenico Salierno in collaborazione con Movimento Danza.

 

Offside di Jafar Panahi

Iran, 2006, 93’

Fra documentario e fiction e a partire da un episodio autobiografico il maestro del cinema iraniano Panahi racconta una delle restrizioni a cui sono sottoposte le donne in Iran: non possono entrare allo stadio per assistere alle manifestazioni sportive… ma un modo per eludere questa legge c’è.

Giovedì 24 novembre, ore 18.00

Primo amore di Matteo Garrone

Italia, 2004, 100’

Quali e quanti compromessi, imposizioni e violenze una donna è disposta ad accettare in nome di un’idea distorta dell’amore? Quale infelicità può spingere un uomo ad avere come unico obiettivo quello di modellare e cesellare una donna secondo i suoi stessi desideri? Da Matteo Garrone, e da un libro di Marco Mariolini, la storia di un incontro patologico.

Piccole cose di valore non quantificabile di Paolo Genovese, Luca Miniero

Italia, 1999, 10’

In un commissariato un dialogo leggero fra il brigadiere di turno e una giovane donna nasconde profondità inaspettate. Cortometraggio firmato da due giovani registi che oggi sono diventati fra i più apprezzati autori di commedie italiane.

Venerdì 25 novembre, ore 18.00

XXY di Lucia Puenzo

Argentina, Spagna, 2007, 91’

In un’ambientazione contraddistinta dalla presenza di grandi spazi e ricca di una natura sorprendente e bellissima si svolge la storia di Alex. Ha 14 anni e i suoi genitori cercano di darle tutti gli strumenti per vivere con consapevolezza e libertà la propria intersessualità. Vincitore della sezione Semaine de la Critique al Festival di Cannes.

 Ingresso libero fino a esaurimento posti. 

 

L'iniziativa, curata dall’associazione culturale Tycho, rientra nell'ambito di "#SVERGOGNATI - Un atto d'amore. La violenza contro le donne non è un fenomeno. È un fatto. Di tutti" (19-27 novembre 2016), manifestazione promossa dall'Assessorato alla Qualità della Vita e alle Pari Opportunità del Comune di Napoli in occasione delle celebrazioni per il 25 novembre, Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne.

News pubblicata giovedì 17 novembre 2016